Componi il tuo itinerario

Naviga la mappa e aggiungi le tue destinazioni oppure filtra i luoghi per categoria. Poi scarica l'app Qui Oltrepò e porta con te il tuo itinerario.

Non sai da dove cominciare? Lasciati ispirare dai nostri itinerari.

Itinerari suggeriti

Salva l'itinerario nell'app

Nome itinerario

ID itinerario:

Scarica l'app

Porta con te questo itinerario

Scarica l'App, inserisci l'ID e segui questo itinerario dal tuo smartphone!

Il tartufo

Il Comune di Borgofranco sul Po è l'unico Comune in Lombardia a fare parte dell’Associazione Nazionale Città del Tartufo. Dal 1995, ogni Ottobre, si svolge Tuberfood: la Fiera del Tartufo Bianco, divenuta ora Nazionale, un convegno specifico sul pregiato tubero, e un Concorso Letterario, 2 Sagre Paesane in località Bonizzo (il 2° fine settimana di Ottobre) e nel Capoluogo (il 1° fine settimana di Settembre).

Tartufo nero.

Il tartufo è un fungo ipogeo, cresce cioè sotto la superficie del suolo, del genere Tuber. Ha l’aspetto di un tubero globoso, costituito da una massa carnosa detta gleba e rivestito da una corteccia, chiamata peridio. Nasce e si sviluppa vicino alle radici di latifoglie come pioppi, tigli, querce e salici. Vive con queste in una particolare forma di simbiosi di tipo mutualistico, chiamata micorriza: le radici degli alberi forniscono al tartufo le sostanze organiche che producono, mentre il tartufo ne aumenta la capacità di assorbire nutrienti dal terreno. Per questo colorazione, sapore e profumo sono determinati dal tipo di albero presso il quale si sviluppa. La forma, invece, è determinata dal tipo di terreno: se soffice, il tartufo si presenta più liscio, se compatto, diventa nodoso e bitorzoluto per la difficoltà di farsi spazio. Molto diffuso nell’Oltrepò mantovano è il Tuber Magnatum, il tartufo bianco, il più pregiato tra i tartufi.

Strada del Tartufo Mantovano.

Festa del tartufo, servizio di TeleMantova.

Ricetta a base di tartufo.