Componi il tuo itinerario

Naviga la mappa e aggiungi le tue destinazioni oppure filtra i luoghi per categoria. Poi scarica l'app Qui Oltrepò e porta con te il tuo itinerario.

Non sai da dove cominciare? Lasciati ispirare dai nostri itinerari.

Itinerari suggeriti

Salva l'itinerario nell'app

Nome itinerario

ID itinerario:

Scarica l'app

Porta con te questo itinerario

Scarica l'App, inserisci l'ID e segui questo itinerario dal tuo smartphone!

Isola Boscone

Posta sulle rive del Po, alle spalle dell’abitato di Carbonara, l’Isola Boscone racchiude il secondo bosco spontaneo più grande della Provincia di Mantova. Istituita nel 1984, la riserva naturale si estende su una superficie di 130 ettari, fa parte della rete ecologica europea Natura 2000 ed è una delle 51 Zone umide di importanza internazionale presenti in Italia.

Ingresso all'Isola Boscone.

Posta sulle rive del Po, alle spalle dell’abitato di Carbonara, l’Isola Boscone racchiude il secondo bosco spontaneo più grande della Provincia di Mantova, un elemento particolarmente rilevante in una regione come la Lombardia nella quale i boschi di pianura coprono appena il 3,5% del territorio. Istituita nel 1984, la riserva naturale si estende su una superficie di 130 ettari, fa parte della rete ecologica europea Natura 2000 ed è una delle 51 Zone umide di importanza internazionale presenti in Italia. L’amore dei carbonaresi per il loro bosco è testimoniato dagli interventi che nell’ultimo decennio hanno portato alla sostituzione di vaste porzioni del saliceto primigenio – che versava in gravissime condizioni ecologiche – con boschi di farnia, olmo e pioppo. È stata così riproposta la successione vegetazionale tipica delle foreste del basso corso del Po che a causa dalla diffusa antropizzazione degli ambienti golenali e della banalizzazione delle campagne circostanti, è divenuta sempre più rara, al punto da minacciare la sopravvivenza della gran parte dei boschi ripariali. Accanto a quelli forestali, l’Isola Boscone ospita tutti gli ambienti tipici del grande fiume: lanche morte e lanche attive; pareti sabbiose, ideali siti di nidificazione del gruccione e del topino; gli ambienti effimeri dei sabbioni, aree di elezione per importanti specie ornitiche come il fraticello e il corriere piccolo. Oltre ai già citati, tra gli uccelli meritano particolare riguardo il nibbio bruno, il lodolaio, il falco pescatore, i picchi rosso e verde oltre a varie specie di airone. Saldatasi da anni alla terraferma, l’Isola Boscone è facilmente raggiungibile dall’abitato di Carbonara di Po e al suo interno è presente un comodo percorso inerbito che in mezz’ora di cammino conduce il visitatore alla scoperta degli angoli più suggestivi della riserva. L’accesso, a piedi o in bicicletta, è libero e consentito durante tutto l’anno compatibilmente con i livelli del fiume.

Isola di Boscone