Componi il tuo itinerario

Naviga la mappa e aggiungi le tue destinazioni oppure filtra i luoghi per categoria. Poi scarica l'app Qui Oltrepò e porta con te il tuo itinerario.

Non sai da dove cominciare? Lasciati ispirare dai nostri itinerari.

Itinerari suggeriti

Salva l'itinerario nell'app

Nome itinerario

ID itinerario:

Scarica l'app

Porta con te questo itinerario

Scarica l'App, inserisci l'ID e segui questo itinerario dal tuo smartphone!

Palazzina Mondadori

La Palazzina Mondadori a Ostiglia, in stile Liberty, fu sede della prima tipografia di Arnoldo Mondadori. Oggi restaurata, ospita la sua Biblioteca personale e privata composta da circa 1.000 libri, in parte autografati dagli autori stessi, il Fondo Mondadori.

La Palazzina Mondadori a Ostiglia, in stile Liberty, fu sede della prima tipografia di Arnoldo Mondadori. Oggi restaurata, ospita la sua Biblioteca personale e privata composta da circa 1.000 libri, in parte autografati dagli autori stessi. Presso la Palazzina vi sono aule didattiche, multimediali e salette espositive e il piano terra ospita la Scuola di Musica e di Poesia. In collaborazione con la Fondazione Mondadori si organizzano mostre incentrate sulle figure delle Famiglie Mondadori e Monicelli in occasione dell’annuale Concorso “Premio Ostiglia Arnoldo Mondadori - Un Libro al Cinema”.

Fondo Mondadori.

Il Fondo “Arnoldo Mondadori” rappresenta la biblioteca privata di Arnoldo Mondadori, conservata per decenni nel suo studio milanese (dapprima in via Corridoni e dal 1950 in via Bianca di Savoia), e successivamente depositata, prima presso la sede della Fondazione e, infine, nell’attuale sede presso la Palazzina Mondadori. Questa preziosa raccolta, separata dalla biblioteca storica della Casa Editrice e dagli Intangibili, è stata da lui costituita nei sessant’anni di attività editoriale, con passione, competenza e cura da bibliofilo. La collezione, incrementata anche dopo la scomparsa di Arnoldo, comprende quasi mille volumi – molti con dedica –, alcuni dei quali di difficile reperibilità sul mercato antiquario. Si rivela di particolare interesse la cospicua Sezione Dannunziana, che annovera varie edizioni di singole opere o di raccolte del poeta abruzzese. E’ presente, tra l’altro, un volume edito per promuovere la sottoscrizione all’Opera omnia, stampato a Verona da Mardersteig, che, per una dimenticanza dello stesso d’Annunzio, da lui prontamente attribuita all’Editore, non riportava “La Nave” nel piano dell’opera. Risultano presenti oltre duecentocinquanta dediche e circa trenta fra firme e note di vario genere. Nel 2015 è stato oggetto di catalogazione.

“Semper et ulterius progredi”

Nel 1915 Arnoldo acquistò i terreni per edificare una nuova palazzina, sul cui frontone campeggia il motto che caratterizzò anche il marchio: “semper et ulterius progredi”.